VILIPENDIO AL MONUMENTO NAZIONALE ALLA FOIBA 149 DI MONRUPINO (TS)

Foiba 149 Monrupino (TS)Ancora una volta, purtroppo, dobbiamo prendere atto di un vilipendio ad un monumento ai martiri delle foibe. Oggetto dello sfregio il Monumento Nazionale alla Foiba 149 di Monrupino (TS). Nel giorno di Ferragosto, alcuni nostri amici alpini della Julia del gruppo FIUME, sezione ANA di Venezia, si sono recati al monumento nazionale di Basovizza per rendere omaggio alle migliaia di italiani infoibati, dove si sono casualmente incontrati con i paracadutisti della Folgore, sezione ANPDI di Trieste, sul posto per la stessa nobile ragione. Giunti successivamente alla foiba di Monrupino, l’amara sorpresa di una scritta (presumibilmente in sloveno) con vernice rossa sulla stele commemorativa, corredata dalla solita stella rossa. Il rito è stato celebrato quindi con una ragione in più, per rendere il giusto omaggio a queste vittime la cui memoria è ancora oggi sovente calpestata, insultata e vilipesa, in Slovenia e Croazia, ma anche e soprattutto in Italia. Negli ultimi tempi abbiamo dovuto registrare numerosi vandalismi alle targhe in memoria degli italiani precipitati nelle foibe: la targa di Marghera è stata recentemente ritrovata e ricollocata dopo che, a distanza di poco più di un anno dal primo sfregio del 10 Febbraio 2011, era stata nuovamente rimossa alcuni giorni prima del 25 Aprile di quest’anno, gettata nella spazzatura, e il monumento imbrattato con vernice rossa, falci, martelli, stelle e insulti; a Parma, non più tardi di 23 giorni fa, sono state imbrattate con vernice nera le due targhe che indicano “Largo Martiri delle Foibe”. Il tutto aggiunto alle “dimenticanze” del comune di Napoli lo scorso Febbraio, la brutta figura di Pisapia alla cerimonia di Milano (il sindaco è uno dei 15 che votò contro la legge per l’istituzione del Giorno del Ricordo) e la revoca della concessione di una stanza all’Università di Firenze, per una conferenza sul tema Foibe-Esodo, dietro pressione dei collettivi di estrema sinistra. Il nostro rammarico e la nostra tristezza sono grandi, perchè nonostante ci sia una legge che finalmente dal 2004 tuteli questo frammento di storia volutamente nascosto per decenni, periodicamente dobbiamo assistere a gesti inqualificabili come quelli appena descritti. La memoria condivisa tanto decantata dalle autorità ogni 10 Febbraio si traduce in vuote chiacchiere, e senza prenderci in giro, sappiamo che nonostante l’inevitabile trascorrere degli anni, le foibe e l’esodo saranno sempre e comunque argomenti di divisione tra gli italiani, così abili nel frazionarsi in base a ideologie e steccati mentali assurdi. Questi “sciancati della storia” non capiranno mai, rimanendo i criminali di sempre.
NOI non ci fermeremo MAI.

2 pensieri su “VILIPENDIO AL MONUMENTO NAZIONALE ALLA FOIBA 149 DI MONRUPINO (TS)

  1. ezio dietrich

    non ho parole, è vero se aumentano i vandalismi e la negazione in italia figuriamoci cosa può succedere in lovenia o in croazia

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...